LA STORIA

 

 

 

 

 

 

 

 

LA STORIA DEI TEMPLARI

Siamo intorno all'anno 1000. Papa Urbano II indice la prima crociata per liberare la Terra Santa dagli infedeli. A questa prima Crociata partecipò Hughes de Payen.

Alla fine della stessa si rese disponibile, insieme ad altri otto confratelli, per rendere sicuri i pelegrini che volevano recarsi a Gerusalemme.

I nove fondarono così un ordine monastico-cavalleresco, erano cioè sia dei soldati che monaci, nel 1119.

A quel tempo Gerusalemme regnava Baldovino II che, riconoscente a questi primi Cavalieri, diede loro il permesso di occupare una parte della Grande Moschea di Al-Aqsa che era stata costruita sul luogo dove un tempo sorgeva il Tempio di Re Salomone.

Per questo motivo i nove furono iniziati a chiamare con il nome di Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis ovvero “Poveri compagni di Cristo e del Tempio di Salomone, da cui Cavalieri Templari .

Come Ordine monastico venne approvato solo nel 1128 con il Concilio di Troyes grazie all'intercessione di San Bernardo di Chiaravalle che spinse il Papa Onorio II a concedere loro il riconoscimento ufficiale. In questo Concilio Bernardo indica, nel suo De laude novae militiae, ai Cavalieri le attività da svolgere in tempo di pace e di guerra, l'alimentazione da seguire, l'abbigliamento da indossare nelle varie circostanze per ciascuna categoria di Fratelli. Fu Bernardo a redigire per i Templari la regola da seguire. I suoi membri facevono voto di castità , obbedienza e povertà, lasciando all'Ordine tutte le loro proprietà ed eredità.

La crescita dell'Ordine fu ulteriormente accentuata dal favore papale.

Innocenzo II, che doveva la sua elezione al soglio pontificio a Bernardo, nel 1139 con la Bolla Omne datum optimum aveva concesso all'Ordine la totale indipendenza dal potere temporale, compreso l'esonero dal pagamento di tasse e gabelle, oltre al privilegio di rendere conto solo al Papa in persona e di esigere le decime.

I Templari erano identificabili per la loro sopraveste bianca, a cui in seguito, nel 1147 per concessione di Eugenio III, si aggiunse una distinta croce rossa ricamata sulla spalla, che assunse infine grandi dimensioni sul torace o sulla schiena , come si vede in molte rappresentazioni dei Cavalieri crociati.

I Templari si affermarono sia in combattimento che in altri campi. Furono abili anche nel campo della conduzione agricola delle terre che divennero di loro proprietà e furono abili banchieri.

Nell'arco di due secoli l'Ordine divenne sempre più ricco e potente soprattutto in Italia e Francia dove vennero costruite importanti chiese e magioni.

I Templari avevano accumulato enormi ricchezze tanto che molti sovrani e personalità importanti avevano fatto ricorso a prestiti finaziari. Fu proprio a causa di questa ricchezza che il Re di Francia, Filippo IV il Bello, attraverso una serie di accuse infamanti, riuscì a sopprimere l'Ordine così da azzerare i propri debiti ed impossessarsi del patrimonio Templare, riducendo nel contempo il potere della Chiesa.

Venerdì 13 ottobre 1307, Filippo il Bello ordinò ai propri soldati di arrestare simultaneamente tutti i Templari in Francia e perquisire ogni Commenda. Tra gli arrestati figurarono anche il Gran Maestro Jacques De Molay ed il Precettore di Normandia, Goeffrey de Chamay.

Nelle Carceri del Re, gli arrestati furono torturati finché non iniziarono ad ammettere l'eresia.

Il 22 novembre 1307 il Papa Clemente V, di fronte alle confessioni, con la bolla Pastoralis praeminentiae ordinò a sua volta l'arresto dei Templari in tutta la cristianità.

Il 12 agosto 1307 con la Bolla Faciens misericordiam, furono definite le accuse portate contro il Tempio. Il Re fece avviare dal 1308 sino al 1312, grazie anche alla debolezza di Papa Clemente V, diversi processi tesi a dimostrare le colpe dei Cavalieri rosso-crociati di Parigi, Brindisi, Penne, Chieti e Cipro.

L'Ordine fu ufficialmente sospeso con la Bolla Vox in excelso del 3 aprile 1312 ed i suoi beni trasferiti ai Cavalieri Ospitalieri, il 2 maggio seguente (bolla Ad providam).

Jacques de Molay, l'ultimo Gran Maestro dell'Ordine, il quale in un primo momento aveva confermato le accuse, le ritrattò spinto da un'ultima fiammata di orgoglio , dignità e non ultimo il desiderio di poter incontrare personalmente il Papa Clemente V, dal momento che gli doveva obbedienza, venendo arso sul rogo assieme a Geoffrey de Chamay il 18 marzo 1314 davanti alla cattedrale di Parigi, sull'Isola della Senna detta dei giudei.

Filippo il Bello, che incamerò il tesoro dei monaci e distrusse il loro sistema bancario semplicemente utilizzandolo per gestire i propri interessi.

Questi eventi e le originali operazioni bancarie dei Templari sui beni depositati, che furono improvvisamente mobilizzati, costituirono due dei molti passaggi verso un sistema di stampo militare per riprende il controllo delle finanze europee, rimuovendo questo potere dalle mani della Chiesa. Visto il destino dei Templari , gli Ospitalieri di san Giovanni furono ugualmente convinti a cessare le proprie operazioni bancarie.

Un'agenda ci racconta che prima di morire, il Gran Maestro pronunciò una terribile maledizione contro il Re ed il Papa : <<Aspetto davanti al Tribunale di Dio, il Re di Francia prima di trecento giorni, ed il Papa Clemente V prima di quaranta giorni>>. Di fatto , meno di quaranta giorni dopo, nella notte fra il 19 ed il 20 aprile, Clemente V, che da qualche tempo soffriva di vomito incoercibile, morì a Roquemaure-sur-Rhone, nei dintorni di Avignone.

Nel corso dello stesso anno moriva anche Filippo il Bello di un male incurabile. Dissero alcuni, in seguito ad un incidente di caccia (era caduto da cavallo), secondo altri.

Non solo , in poco tempo tutti i discendenti del re morirono per varie cause, e la famiglia di Filippo il Bello si estinse per sempre e totalmente.

 

 

 

 

 

 

STORIA DLE MEDIOEVO - I TEMPLARI

I TEMPLARI - GUERRIERI DI DIO - (NATIONAL GEOGRAPHIC)

 

 

 

 

 

 

CRONOLOGIA EVENTI STORICI

1095 Il Papa Urbano II proclama la prima Crociata

1099 I Crociati conquistano Gerusalemme

1110 Morte di Goffredo di Buglione. Baldovino II è re di Gerusalemme. Fanno la loro comparsa i “Poveri Cavalieri di Cristo”

1119 Hughes de Payns fonda l'Ordine del Tempio che non è ancora ufficiale.

1128 L'Ordine del Tempio viene ufficializzato al Concilio di Troies

1130 San Bernardo scrive l'omaggio alla Nuova Milizia

1131 Folco V da Anjou diventa Re di Gerusalemme

1136 Muore Hughes de Payns . Gli succede Robert de Craon

1139 Il Papa Innocenzo II sgrava l'Ordine e lo libera dai normali obblighi ecclesiastici.

1143 Baldovino III succede a Folco V d'Anjou come Re di Gerusalemme

1146 San Bernardo predica la seconda crociata

1150 Sconfitta della seconda crociata

1153 Morte di San Bernardo

1162 Amarury I succede a Baldovino III come Re di Gerusalemme

1174 Muore Amarury I e gli succede Baldovino IV

1182 Saladino combatte contro i Templari in Palestina

1185 Baldovino V, quindi Guy de Lusignan succedono a Baldovino IV

1187 Saladino conquista Gerusalemme

1191 Terza crociata con, in successione, Federico Barbarossa, Filippo Augusto e Riccardo Cuor di Leone

1192 Enrico II di Champagne, Re di Gerusalemme,Riccardo Cuor di Leone vince il Saladino, poi è vinto da lui.

1193 Morte di Saladino

1196 Papa Innocento III sostiene i Templari

1199 Quarta crociata

1200 Wolfram von Eschenbach scrive il suo “Parsifal”

1204 I crociati conquistano Costantinopoli

1216 Morte di Innocenzo III. Gli sucecde Onorio III

1218 Attacco di Damietta durante la V crociata

1220 Prima invasione dei Mongoli

1221 Fallimento della quinta crociata in Egitto

1228 Federico II entra a Gerusalemme, abbandona la crociata e torna in Germania

1229 Conflitto tra Templari e Cavalieri Teutonici

1232 Politica di negoziato con il Sultano di Damasco

1239 Il Papa Gregorio IX predica per una nuova crociata

1244 I Turchi Carismeniani conquistano Gerusalemme

1245 Concilio di Lione: condanna di Federico II

1248 Crociati di San Luigi

1250 I Mamelucchi signori dell'Egitto

1256 San Luigi torna in Francia

1261 Elezione al papato di Urbano IV

1269 Ghughes III di Cipro Re di Gerusalemme

1270 San Luigi muore a Tunisi

1282 Tregua di dieci anni tra i crociati e l'Egitto

1285 Filippo il Bello, Re di Francia

1291 I Templari perdono la Terra Santa

1296 Conflitto tra Filippo il Bello ed il Papa Bonofacio VIII

1298 Jacques de Molay GRAN MAESTRO DEL TEMPIO

1302 Concilio di Roma . Il Papa lancia un ultimatum contro Filippo Il Bello che fa approvare la sua politica contro il Vaticano dagli Stati Generali

 

1303 Bonifacio VIII scomunica Filippo il Bello. Il Re incarica Guglielmo di Nogaret di arrestare il Papa. Morte di Bonifacio VIII Benedetto XI gli succede ed accorda l'assoluzione generale (esluso Nogaret)

1305 Denuncia dei Templari al duca di Aragona ed a Filippo Il Bello Elezione del papa Clemente V che accoglie le accuse contro i Templari portate da Filippo Il Bello.

1306 Filippo Il Bello confisca i beni degli Ebrei. L'inquisizione li tortura e li esilia. Nuove misure finanziarie scatenano una sommossa contro il re che chiede asilo ai Templari.

1307 Incontro tra Jacques de Molay e Clemente V .Apertura dell'inchiesta sui Templari:

13 ottobre – i Templari sono arrestati

25 ottobre – prime confessioni di Jacques de Molay e di altriTemplari

27 ottobre – il Papa invia una lettera di protesta a Filippo il Bello

17 novembre – Bolla papale che ordina l'arresto di tutti i Templari in Europa. I Templari fuggono in Inghilterra, Scozia, Portogallocon dei Compagni Muratori

1308 Clemente V annulla il potere dell'inquisizione . Jacques de Molay ritratta le sue confessioni . Campagna di Filippo il Bello contro Clemente V. Il Papa viene giudicato troppo favorevole ai Templari.

27 maggio – il re il Papa e fa pressioni su di lui

17-20 agosto – nuovo processo con commissione d'inchiesta

1309 Agosto-Inizio del secondo processo . Sforzi dei Templari per organizzare la propria difesa

1310 13 maggio – Esecuzione di 54 Templari per ordine di Filippo di Marigny, imposto dal re al Papa come Arcivescovo di Sens

1311 5 giugno - Fine del secondo processo

1312 3 aprile – Apertura della sessionedel Concilio : il Papa fa leggere la sua bolla Vox clamantis : è la fine dell'Ordine deiTemplari. 2 maggio seconda bolla , Ad providam, favorevole agli Ospitalieri di San Giovanni che ereditano alcuni beni deiTemplari.

6 maggio – Terza bolla Considerantes dudum che conclude il giuduzio del Tempio

1313 22 dicembre – Delegazione papale a Parigi per seguire il processo dei Dignitari dell'Ordine

1314 18 marzo- esecuzione finale