COME ADERIRE ALL'ORDINE

 

 

 

 

COME ADERIRE ALL'ORDINE TEMPLARE

Nei suoi principi fondamentali l'Ordine si richiama alle proprie antichissime prerogative e Origini, per quanto applicabili a una moderna organizzazione laica ; quindi è innanzitutto importante, volendo entrare a farne parte, adottare e rispettare i principi indicati nella carta sottostante, leggere ed approvare lo statuto dell'ordine e iniziare un percorso di vita  nel rispetto  di questi. Maggiori informazioni si possono avere compilando il form a lato per avere un contatto con il referente che risponderà con tutte le informazioni richieste.

Image

Compila il form e sarai ricontattato dal nostro referrente

Fields with (*) are required.

CARTA DEI PRINCIPI FONDAMENTALI

Nei suoi principi fondamentali L'Ordine si richiama alle proprie antichissime prerogative ed origini:

  • cavalleresche, perché impone ai propri membri l' umiltà ed il rispetto, il reciproco soccorso, la solidarietà piena e disinteressata verso gli altri;

  • militari, per l'organizzazione gerarchica richiesta, il rispetto verso i superiori e l'obbligo dell'ubbidienza;

  • sovrane, per riguardo al suo passato e per la sua capacità di autoregolamentazione.

 

L'Ordine è organizzato secondo i principi adottati nel 1118-1120 e soprattutto a partire dal 1128, anno nel quale l'Ordine ha ricevuto la sua Regola dal Concilio di Troyes.

 

L'Ordine opera per i medesimi fini dell'antico Ordine del Tempio, filtrati dall'esperienza e modificati per tenere conto dalla realtà sociale civile esistente.

 

In particolare l'Ordine:

  • non ha fini politici o di lucro;

  • professa la libertà politica, religiosa e d'espressione, senza alcuna distinzione di sesso, di religione, di cultura o di estrazione politica o sociale;

  • intende contribuire alla formazione di una società civile improntata alla pace fra gli uomini, nella quale ognuno possa pienamente realizzare le proprie diversità,

  • opera con trasparenza di intenti, strutture e risorse che non hanno carattere segreto od occulto;

  • rifiuta comportamenti in contraddizione con i valori cristiani, della morale comune, delle leggi di ciascuno Stato in cui è presente;

  • interpreta la trasformazione dell'antica cavalleria di “spada” in cavalleria “spirituale”, privilegiando la morale, l'intelligenza, l'ecumenismo, la beneficenza e tutte le attività al servizio dell'uomo nel suo essere individuale e membro di una collettività in evoluzione, nel rispetto della natura e di tutti gli esseri viventi.

Ogni Cavaliere, membro dell'Ordine, rispetta, pena l'espulsione dallo stesso, la “Dichiarazione di fede”,giurata durante l'investitura templare, in cui tutti i valori e i principi sono chiaramente espressi.

 

NON NOBIS, DOMINE,

NON NOBIS,

SED NOMINI TUO DA GLORIAM.